ADSL e xDSL
 

Contributo ADSL senza fonia dovuto con VoIP?

invalid 29 Apr 2017 19:06
Salve a tutti,

sono alla ricerca di una connessione DSL per casa, attualmente ho TIM ma
vorrei cambiare ISP (mantenendo la linea e il numero).
Vorrei capire meglio la situazione riguardante il contributo di 12/15 €
mensili dovuti a Telecom Italia in assenza di contratto fonia.

Ho confrontato offerte come Planetel Full [1] e Ehiweb 20 Mega [2]
(tutte e due con profilo 20 Mbps), che si aggirano sui 27/30 € al mese,
e includono VoIP a 0,15/0,18 € a telefonata: sono abbastanza simili.

In questi casi è necessario aggiungere tale contributo mensile?
1) Ehiweb dice "senza canone Telecom";
2) Planetel scrive che "E' previsto un contributo mensile aggiuntivo di
15,00 € IVA Inclusa per tutte le linee ADSL/VDSL richieste su cavo
dedicato ******* su linea non attive in fonia con TELECOM."

Questo contributo a quanto ho capito è previsto per le linee ove non sia
attivo il servizio RTG/POTS, quindi se ciò è corretto con questi due
contratti bisognerebbe pagarlo, o in alternativa mantenere TIM come
operatore fonia (19 € al mese).

È davvero così? O per alcune delle offerte da me citate tale contributo
non è dovuto? In tal caso, dato che sono entrambe con fonia VoIP, da
cosa deriva la distinzione?

Grazie.


Per confronto, vi sono altre offerte dalle caratteristiche simili, ma
con fonia POTS:
Infostrada Absolute [3]
Tiscali ADSL Open [4]
che sono quindi esenti da tale contributo, e costano anch'esse 25-30 €
al mese.

[1] https://fibra.planetel.it/
[2] https://www.ehiweb.it/adsl-vdsl-fibra/adsl-20-mega-no-telecom.php
[3] https://www.infostrada.it/it/adsl/absolute_adsl.phtml
[4] https://casa.tiscali.it/adsl-telefono/eth-voip/adsl_open/
acc 29 Apr 2017 20:11
Il 29/04/2017 19.06, invalid ha scritto:
> Salve a tutti,
>
> sono alla ricerca di una connessione DSL per casa, attualmente ho TIM ma
> vorrei cambiare ISP (mantenendo la linea e il numero).
> Vorrei capire meglio la situazione riguardante il contributo di 12/15 €
> mensili dovuti a Telecom Italia in assenza di contratto fonia.

C'e' poco da capire, si tratta di un furto che le aziende telefoniche
possono fare grazie alla complicita' dell'AGCOM.

> Ho confrontato offerte come Planetel Full [1] e Ehiweb 20 Mega [2]
> (tutte e due con profilo 20 Mbps), che si aggirano sui 27/30 € al mese,
> e includono VoIP a 0,15/0,18 € a telefonata: sono abbastanza simili.
>
> In questi casi è necessario aggiungere tale contributo mensile?
> 1) Ehiweb dice "senza canone Telecom";
> 2) Planetel scrive che "E' previsto un contributo mensile aggiuntivo di
> 15,00 € IVA Inclusa per tutte le linee ADSL/VDSL richieste su cavo
> dedicato ******* su linea non attive in fonia con TELECOM."

Devi guardare il contratto, in genere i costi sono intorno ai 20 euro
piu' il contributo, totale 35 euro.
Alcuni provider forniscono una linea completa di fonia per 25 euro,
quindi i conti non tornano.

> Questo contributo a quanto ho capito è previsto per le linee ove non sia
> attivo il servizio RTG/POTS, quindi se ciò è corretto con questi due
> contratti bisognerebbe pagarlo, o in alternativa mantenere TIM come
> operatore fonia (19 € al mese).
>
> È davvero così? O per alcune delle offerte da me citate tale contributo
> non è dovuto? In tal caso, dato che sono entrambe con fonia VoIP, da
> cosa deriva la distinzione?

Il contributo lo stabilisce il provider e se stabilisce un contributo
cosi' alto significa che non ha intenzione di fare concorrenza su queste
offerte, non gli interessano.
invalid 29 Apr 2017 21:03
> C'e' poco da capire, si tratta di un furto che le aziende telefoniche
> possono fare grazie alla complicita' dell'AGCOM.

Ne beneficia principalmente *una* azienda... Comunque la mia domanda
riguardava l'applicazione di questo contributo in certi casi, non la sua
fondatezza o correttezza.

> Devi guardare il contratto, in genere i costi sono intorno ai 20 euro
> piu' il contributo, totale 35 euro.
> Alcuni provider forniscono una linea completa di fonia per 25 euro,
> quindi i conti non tornano.

In effetti ci sono offerte un po' più economiche (vedi quella Infostrada
che citavo), proprio per questo mi sembra che il prezzo approssimativo
di 30 € sia abbastanza in linea con il mercato, molto meno se però vanno
aggiunti questi ulteriori 12/15 €.

> Il contributo lo stabilisce il provider e se stabilisce un contributo
> cosi' alto significa che non ha intenzione di fare concorrenza su queste
> offerte, non gli interessano.

Il contributo lo stabilisce il provider nel senso che ricarica il
cliente dei costi sostenuti per pagare Telecom Italia. Il costo di 12/15
€ è più o meno equivalente a quanto ho letto che sia l'importo richiesto
da TI.

La mia domanda originale comunque permane: i contratti che prevedono
fonia VoIP sono soggetti al pagamento di questa somma?
acc 29 Apr 2017 22:32
Il 29/04/2017 21.03, invalid ha scritto:

> Ne beneficia principalmente *una* azienda...

Esatto

> Il contributo lo stabilisce il provider nel senso che ricarica il
> cliente dei costi sostenuti per pagare Telecom Italia. Il costo di 12/15
> € è più o meno equivalente a quanto ho letto che sia l'importo richiesto
> da TI.

Il contributo mi pare sia 11 virgola qualcosa, stabilito da TI e
approvato da AGCOM, chiaramente contro ogni logica, la cifra e' esagerata.
Ogni provider puo' decidere di arrotondare il contributo, nessuno di
loro ha protestato per questa cosa, se ne fregano.

> La mia domanda originale comunque permane: i contratti che prevedono
> fonia VoIP sono soggetti al pagamento di questa somma?

Non e' una cosa imposta per legge, e' a discrezione del provider, ma
tutti la applicano. Il problema di fondo e' che ai provider questo
prodotto non interessa, perche' riguarda una piccola quota di mercato e
non la ostacolano perche' convinti che il problema riguardi solo noi.
invalid 30 Apr 2017 02:30
> Non e' una cosa imposta per legge, e' a discrezione del provider, ma
> tutti la applicano.

Non ho compreso a fondo la risposta... Se come provider ADSL devo
sostenere costi per X € oppure per X+12 € devo necessariamente cambiare
il prezzo praticato al cliente: i famosi 12 € non sono dovuti se il mio
cliente ha un contratto separato con TIM per la linea voce.

> Il problema di fondo e' che ai provider questo
> prodotto non interessa, perche' riguarda una piccola quota di mercato e
> non la ostacolano perche' convinti che il problema riguardi solo noi.

Il prodotto in questione è una qualsiasi linea xDSL dove le telefonate
avvengono con VoIP, penso che sia abbastanza comune trovarne: sia
Infostrada che Tiscali, ad esempio, offrono le loro VDSL con questa
modalità.

Dunque si tratta di capire se con tutte le linee DSL + VoIP il provider
debba pagare questo contributo, sia che poi lo evidenzi come voce
separata da aggiungere alla tariffa sia che lo includa in essa.

Ti ringrazio acc per le risposte; vediamo se anche qualcun altro vuole
fornire un proprio contributo.
Antonio 30 Apr 2017 09:54
Il 29/04/2017 19:06, invalid ha scritto:

> [4] https://casa.tiscali.it/adsl-telefono/eth-voip/adsl_open/

se ti compare questa pagina, con la tariffa a 29,95 euro al mese e costo
di attivazione, allora non sei raggiunto dalla rete di Tiscali, ma
Tiscali comprerebbe connettività da Telecom per rivenderla a te, con
probabile qualità della linea inferiore a quella che hai adesso.

Poi nel link leggo "VOIP", sei sicuro che il servizio fonia venga
offerto in *****ogico?
Antonio 30 Apr 2017 10:01
Il 29/04/2017 21:03, invalid ha scritto:

> La mia domanda originale comunque permane: i contratti che prevedono
> fonia VoIP sono soggetti al pagamento di questa somma?

io ho un'offerta Tiscali che per il primo anno costa solo 9,95 euro al
mese per il primo anno e poi passerà a 19,95 per il secondo, fonia in
VOIP. se Tiscali dovesse pagare a Telecom 11 virgola qualcosa al mese
andrebbe in perdita, quantomeno per il primo anno. e qui bisognerebbe
valutare se e quale convenienza avrebbe...

mi vien da pensare due cose:
1) che il sovrapprezzo sia dovuto sono per le ADSL Wholesale ******* e che
non sia dovuto dove l'operatore arrivi con la propria rete (ULL)
2) che basti attivare la fonia, anche in VOIP, per aggirare la norma ed
evitare il sovrapprezzo
invalid 30 Apr 2017 15:04
> se ti compare questa pagina, con la tariffa a 29,95 euro al mese e costo
> di attivazione, allora non sei raggiunto dalla rete di Tiscali, ma
> Tiscali comprerebbe connettività da Telecom per rivenderla a te, con
> probabile qualità della linea inferiore a quella che hai adesso.

Si, lo so, Tiscali la chiama "rete indiretta", ma io attualmente ho il
profilo 7 Mbps con TIM e vorrei comunque cambiarlo. Tiscali era un
esempio ad ogni modo.

> Poi nel link leggo "VOIP", sei sicuro che il servizio fonia venga
> offerto in *****ogico?

Credo proprio di si, perché mentre nelle offerte VDSL si cita
esplicitamente la necessità di utilizzare il loro modem, che deve
rimanere acceso per telefonare, con l'offerta che ho citato non se ne fa
parola, anzi si dice che fornirebbero un TG585 V8, che non ha porte per
i telefoni.

Confronta ad esempio quella pagina con:
https://casa.tiscali.it/fibra-telefono/tc/fibra_full/
acc 30 Apr 2017 18:02
Il 30/04/2017 2.30, invalid ha scritto:

> Non ho compreso a fondo la risposta... Se come provider ADSL devo
> sostenere costi per X € oppure per X+12 € devo necessariamente cambiare
> il prezzo praticato al cliente: i famosi 12 € non sono dovuti se il mio
> cliente ha un contratto separato con TIM per la linea voce.

Il provider dovra' versare questi soldi, quindi non ci mangia sopra.
Il problema piu' grosso e' che il prezzo lo ha imposto Telecom, poi
anche i provider hanno le loro colpe perche' potevano benissimo dire
qualcosa, invece tutti zitti.
In un paese normale, l'AGCOM dovrebbe tutelare gli utenti, non le
compagnie telefoniche.

> Dunque si tratta di capire se con tutte le linee DSL + VoIP il provider
> debba pagare questo contributo, sia che poi lo evidenzi come voce
> separata da aggiungere alla tariffa sia che lo includa in essa.

Lo deve pagare sicuramente, non dipende dal VoIP, vale per qualunque
linea ******* (senza telefonia). E' un canone per la manutenzione della
linea, cioe' del doppino che arriva in centrale e che spetta a Telecom.
Il costo pero' non e' stato calcolato, ma imposto da Telecom stessa dopo
averlo gonfiato a dismisura.
acc 30 Apr 2017 18:09
Il 30/04/2017 10.01, Antonio ha scritto:

> io ho un'offerta Tiscali che per il primo anno costa solo 9,95 euro al
> mese per il primo anno e poi passerà a 19,95 per il secondo, fonia in
> VOIP. se Tiscali dovesse pagare a Telecom 11 virgola qualcosa al mese
> andrebbe in perdita, quantomeno per il primo anno. e qui bisognerebbe
> valutare se e quale convenienza avrebbe...

In due anni avrebbe un guadagno di almeno 70 euro, ho detto "almeno"
perche' bisognerebbe tenere conto anche dei costi di disattivazione ed
eventuali costi di attivazione. Poi se sulla linea e' attiva un'utenza
VoIP, il guadagno sale ulteriormente.
Gabriele - onenet 30 Apr 2017 19:37
invalid wrote on 30/04/17 02:30:
>> Non e' una cosa imposta per legge, e' a discrezione del provider, ma tutti la
>> applicano.
>
> Non ho compreso a fondo la risposta... Se come provider ADSL devo sostenere
> costi per X € oppure per X+12 € devo necessariamente cambiare il prezzo
> praticato al cliente: i famosi 12 € non sono dovuti se il mio cliente ha un
> contratto separato con TIM per la linea voce.

Esatto.

>
>> Il problema di fondo e' che ai provider questo prodotto non interessa,
perche'
>> riguarda una piccola quota di mercato e non la ostacolano perche' convinti
che
>> il problema riguardi solo noi.
>
> Il prodotto in questione è una qualsiasi linea xDSL dove le telefonate
avvengono
> con VoIP, penso che sia abbastanza comune trovarne: sia Infostrada che
Tiscali,
> ad esempio, offrono le loro VDSL con questa modalità.
>
> Dunque si tratta di capire se con tutte le linee DSL + VoIP il provider debba
> pagare questo contributo, sia che poi lo evidenzi come voce separata da
> aggiungere alla tariffa sia che lo includa in essa.
>

Certo che ogni provider deve pagare a Telecom (TIM ormai) questo canone extra,
non è però obbligatorio esplicitarlo e nei casi in cui il canone complessivo
lascia sufficiente margine l'ISP di solito non lo indica nemmeno.
Ad es. la mia ADSL anche nella modalità "solo dati" non cambia di prezzo
perché
il provider ha già margine.
Per linee a basso prezzo invece di solito lo scrivono se ci sono i circa 11 euro

da pagare in più, oppure una parte come contributo.

Gabriele
Gabriele - onenet 30 Apr 2017 19:39
Antonio wrote on 30/04/17 10:01:
> Il 29/04/2017 21:03, invalid ha scritto:
>
>> La mia domanda originale comunque permane: i contratti che prevedono
>> fonia VoIP sono soggetti al pagamento di questa somma?
>
> io ho un'offerta Tiscali che per il primo anno costa solo 9,95 euro al mese
per
> il primo anno e poi passerà a 19,95 per il secondo, fonia in VOIP. se Tiscali
> dovesse pagare a Telecom 11 virgola qualcosa al mese andrebbe in perdita,
> quantomeno per il primo anno. e qui bisognerebbe valutare se e quale
convenienza
> avrebbe...
>
> mi vien da pensare due cose:
> 1) che il sovrapprezzo sia dovuto sono per le ADSL Wholesale ******* e che non
sia
> dovuto dove l'operatore arrivi con la propria rete (ULL)

Deve pagare sempre, però non sono sicuro che l'importo sia lo stesso.
Bisognerebbe verificare sul sito AGCOM dove sta scritto.
D'altronde in caso di guasto è sempre TIM che interviene sul doppino.

> 2) che basti attivare la fonia, anche in VOIP, per aggirare la norma ed
evitare
> il sovrapprezzo
>

No, non c'entra.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

ADSL e xDSL | Tutti i gruppi | it.tlc.telefonia.adsl | Notizie e discussioni adsl | Adsl Mobile | Servizio di consultazione news.